Flash News
Home » sport » calcio » Avellino – Foggia, le pagelle ai Lupi: Fella, Maniero ed il ritrovato De Francesco su tutti
Avellino – Foggia, le pagelle ai Lupi: Fella, Maniero ed il ritrovato De Francesco su tutti

Avellino – Foggia, le pagelle ai Lupi: Fella, Maniero ed il ritrovato De Francesco su tutti

Forte 6 

Salvo una parata d’istinto subito dopo il primo vantaggio dei Lupi, è stata una serata di relativa tranquillità del portierone biancoverde, che ancora una volta ha chiuso un match senza prendere gol;

L. Silvestri 6.5

L’estroso difensore palermitano sta attraversando un periodo di forma davvero smagliante: dalle sue parti non passa nessuno; gioca con una facilità quasi irrisoria;

Miceli 6.5 

Al pari dell’ex Potenza, anche il capitano sta mostrando e dimostrando tutte le sue capacità tecniche ma anche morali; se il pacchetto arretrato ha ormai trovato un suo equilibrio, molto merito è proprio del suo leader;

Illanes 6

Al rientro dopo la giornata di squalifica, è riuscito addirittura a non prendere il suo solito cartellino giallo, il che è già una grande notizia; per il resto nessuna sbavatura e tanta concentrazione;

Ciancio 6 

Per le scorribande ci pensa già il suo compagno più prossimo, vale a dire Carriero, così l’ex Carrarese si limita a presidiare l’out destro con sagacia tattica e tanta abnegazione;

(dal 52′  Aloi 6 

Entrato a gara abbondantemente archiviata, si è limitato a gestire la manovra e a limitare i tentativi di affondo dei Foggiani; ha tentato un paio di volte il tiro dalla distanza, ma la precisione gli ha fatto difetto);

Carriero 6

Questo ragazzo non si risparmia mai: corre, rintuzza e riparte, cercando la profondità e le possibilità di concludere a rete; da un suo tiro è nato il gol di Fella che ha sbloccato la gara;

(dal 52′ D’Angelo 6

Il riposo in panchina gli ha fatto bene, almeno mentalmente, perchè è entrato in campo con tanta voglia di spaccare il mondo, anche se la vittoria dei Lupi era già in ghiaccio);

De Francesco 7 

Nella prima parte di campionato eravamo stati molto critici nei confronti dell’ex Reggina, perchè non lo vedevamo reattivo e veloce nel pensiero; ma dopo il suo rientro dall’infortunio abbiamo cominciato ad intravvedere in lui lo spirito di rivalsa; questa sera ha sciorinato momenti di ottima proposizione ed una gamba finalmente sciolta; il gol dalla distanza, anche se il portierino foggiano ci ha messo del suo, è il stato il giusto premio alla sua migliore prestazione in maglia biancoverde;

Adamo 6 

Questo ragazzo ha tantissime potenzialità tecniche, ma a volte cade in errori anche banali, forse per troppa voglia di fare; comunque, anche da mezzala ha dimostrato di saperci fare;

(dal 67”  Rizzo 6 

Il giovane esterno palermitano si è dimostrata, ancora una volta, un’alternativa affidabile lungo l’out destro, senza dimenticare che, all’occorrenza, l’ex Livorno può adattarsi anche da mediano);

Tito 6.5 

L’esterno stabiese anche contro il Foggia ha messo due assist importanti, guarda caso entrambi per Fella, con un’occasione mancata ed un gol per l’ex Salernitana; solito stantuffo lungo l’out mancino, Braglia non ha avuto pietà di lui e lo ha costretto agli straordinari;

Fella 7

Grande fiuto del gol, l’attaccante salernitano ne ha messi due ma avrebbe potuto fare la tripletta se non se ne fosse divorato uno facile facile in chiusura di primo tempo; ad ogni modo, anche in lui abbiamo notato il furore agonistico che non aveva mai mostrato prima;

(dal 70′ Santaniello 6 

A gara già chiusa l’ex Picerno è entrato solo per dare respiro al compagno avvicendato; da lodare la sua disponibilità a fare anche da gregario);

Maniero 7

Grande prestazione da parte dell’attaccante napoletano, che ha messo in evidenza un dinamismo insospettabile ed uno spirito di sacrificio notevole; senza considerare il gol segnato e quell’altro solo sfiorato con il suo colpo di testa che ha incocciato la traversa;

(dal 70′ Bernardotto 6 

Ha giocato appena una ventina di minuti, ma la sua generosità e la sua voglia di fare si sono notate anche stasera);

Braglia 6.5

Se l’Avellino questa sera ha vinto e convinto, molto merito bisogna attribuirlo al suo tecnico, che ha saputo dare una lezione tattica al giovane collega foggiano, andando a colpire la squadra dauna nei suoi difetti maggiori; ottima idea quella della pressione asfissante da parte dei biancoverdi nella trequarti foggiana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top