Flash News
Home » sport » calcio » Avellino – Lanusei 2 – 0, i Lupi trionfano nello spareggio e tornano meritatamente nel calcio professionistico
Avellino – Lanusei  2 – 0, i Lupi trionfano nello spareggio e tornano meritatamente nel calcio professionistico

Avellino – Lanusei 2 – 0, i Lupi trionfano nello spareggio e tornano meritatamente nel calcio professionistico

Avellino – Lanusei   2 – 0

Avellino: Viscovo, Betti, Morero, Dionisi, Parisi, Tribuzzi, Matute, Di Paolantonio (dall’85′ Buono), Da Dalt (dall’89′ Ciotola), Alfageme (dal 63′ Gerbaudo), De Vena (dall’83′  Sforzini). A disposizione: Lagomarsini, Mentana, Carbonelli, Omohonria, Dondoni. All.: Bucaro.

Lanusei: La Gorga, Kovadio (dall’80′ Sicari), Congiu (dal 56′ Girasole), Esposito, Carta, Demontis, Ladu, Likaxhiu (dal 64′  Mastromarino), Jo. Tenkorang (dal 56′ Quatrana), Bernardotto (dal 74′  Bonu), Floris. A disposizione: Chingari, Righetti, Ja. Tenkorang, Nannini. All.: Gardini.

Arbitro:  Di Marco di Ciampino. Assistenti: Di Maio di Molfetta e Voytyuk di Ancona.

Marcatori: al 39′  De Vena, al 49′  Tribuzzi.

Ammoniti: Esposito (L), Dionisi, Morero, Matute e Lagomarsini (dalla panchina), Matute. Angoli 4-2. Rec.: 1′ pt; 5′ st.

 

 

E’ tutto vero: l’Avellino è in serie C  !!!

Dopo che un regolamento balordo (che esiste e “resiste” solo in serie D) aveva imposto ai Lupi di fare uno spareggio con il Lanusei (nonostante l’Avellino vesse già battuto due volte su due i Sardi nella stagione regolare), Morero e compagni hanno superato anche nel terzo match i Sardi di Gardini, dimostrando ulteriormente la propria, netta, superiorità, ed il proprio diritto sacrosanto alla promozione nel calcio professionistico.

L’Avellino, dunque, è riuscita a coronare un sogno: quello di tornare dopo una sola stagione nella Lega Pro.

Lo spareggio disputato al “Manlio Scopigno”di Rieti  ha richiamato una marea di supporters irpini (oltre 5mila), che non hanno voluto perdersi l’emozione e la gioia di vedere issarsi nuovamente sulla vetta più alta il vessillo biancoverde.

La gara odierna ha restituito sin dalle prime battute la palmare superiorità dell’Avellino, al cospetto di un avversario, il Lanusei, che pure era arrivato a conquistare ben 83 punti in 38 gare disputate. La compagine di Bucaro è entrata in campo con il piglio e l’atteggiamento giusto, ed ha subito preso il comando del gioco, dando l’impressione di avere i mezzi per decidere in qualsiasi momento le sorti di questo match. I Sardi, dal canto loro, hanno giocato a viso aperto, non lasciando nulla di intentato, ma la loro proposizione ha subito notevoli “blocchi” dalla migliore disposizione in campo dei Lupi, e dalla freschezza atletica di Matute e compagni. Le seconde palle sono state sempre appannaggio dei Lupi, a cui i Sardi, pur lottando con generosità, non sono mai riusciti ad opporsi con efficacia.

L’Avellino, padrone del gioco e del destino del match, ci ha messo comunque quasi quaranta minuti per sbloccare la partita. E lo ha fatto con il ragazzo più giovane del gruppo: il 18enne Fabiano Parisi (irpino purosangue), che è riuscito a mettere al centro un cross fantastico per la fronte di De Vena, che ha avuto uno splendido impatto con la sfera, scaraventandola  rabbiosamente nel sacco.

Il Lanusei, però, non ha mostrato cenni di scoramento ed ha ripreso il proprio tentativo di cucitura e rifinitura nella metà campo avellinese. Ad un minuto dal termine della prima frazione di gioco i Sardi hanno avuto la grande occasione per riprendere la parità: da uno spiovente dalla destra, la palla è arrivata a Bernadotto, che ha girato brillantemente  verso la rete biancoverde, ma uno strepitoso Viscovo ha detto di no con un colpo di reni ed una deviazione miracolosa oltre la traversa.

Chiusa meritatamente in vantaggio la prima frazione di gioco, l’Avellino ha trovato, dopo soli quattro minuti dall’inizio della ripresa, la rete del KO. Fantastica ripartenza nella metà campo avversaria di Da Dalt, che ha fulminato in velocità un centrocampista sardo e poi ha messo in mezzo per l’accorrente De Vena, che intelligentemente ha lasciato che la sfera finisse nei piedi di Tribuzzi, che è entrato in area ed ha fatto secco il portiere del Lanusei.

Raddoppio dei Lupi e vittoria praticamente in ghiaccio per i ragazzi di Bucaro. L’ultima mezzora di gara non ha dato ulteriori scossoni al match, e cosi i Lupi sono riusciti a portare in direzione Avellino questa fantastica promozione in Lega Pro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top