Flash News
Home » dalla Provincia » Avellino, riunione del Comitato dei Sindaci dell’ASL di Avellino sulla soppressione delle farmacie distrettuali
Avellino, riunione del Comitato dei Sindaci dell’ASL di Avellino sulla soppressione delle farmacie distrettuali

Avellino, riunione del Comitato dei Sindaci dell’ASL di Avellino sulla soppressione delle farmacie distrettuali

Si è tenuto questa mattina il comitato dei sindaci Asl di Avellino. Presenti il sindaco Paolo Foti e il vicesindaco Stefano La Verde, i primi cittadini di Cervinara Filuccio Tancredi e di Lioni Rodolfo Salzarulo, il presidente del consiglio di Cervinara Pellegrino Casale, il vicesindaco di Rotondi Claudio Vittorio e il dott. Mario Ferrante direttore sanitario dell’Asl di Avellino.
Ordine del giorno: soppressione farmacie distrettuali. Si è raggiunto un accordo di massima con l’Asl che si è impegnata a convocare i direttori distrettuali della provincia al fine di garantire il servizio di distribuzione dei farmaci su tutto il territorio.
“Il direttore sanitario – ha detto il Sindaco Foti, nonché presidente del Comitato sindaci Asl – ha preso l’impegno a mantenere il servizio così com’è stato fino a poche settimane fa in attesa, la prossima settimana (il 18 di agosto), di sottoscrivere una convenzione con Federfarma per far sì che questo servizio venga assicurato dalle farmacie su tutto il territorio provinciale. Soluzione semplice che avremmo gradito avere prima e non creare queste difficoltà per l’utenza e per la popolazione. Poco fa – ha aggiunto Foti – il direttore sanitario ha convocato ad horas i direttori di distretto, i farmacisti dell’Asl, proprio per sistemare questa situazione. Quello che conta, per quanto riguarda i sindaci, è che non si creino più questo tipo di diseconomie gestionali, ma innanzitutto disservizi all’utenza. Perché parliamo si salute, cosa molto delicata per le nostre popolazioni. Ci siamo aggiornati a fine mese – ha concluso Foti – per affrontare la questione della programmazione dell’Asl sull’avanzo di gestione che aveva realizzato (di 7 milioni di euro), perché vogliamo vedere nel dettaglio quali saranno questi interventi e come si intende definirli. In quella sede affronteremo nello specifico il nuovo atto aziendale, questo nella logica di creare le condizioni per condividere prima i percorsi e non arrivare a situazioni di scontro”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top