Flash News
Home » sport » calcio » Capuano: “A Catanzaro partita difficile, ma i miei ragazzi saranno pronti mentalmente”
Capuano: “A Catanzaro partita difficile, ma i miei ragazzi saranno pronti mentalmente”

Capuano: “A Catanzaro partita difficile, ma i miei ragazzi saranno pronti mentalmente”

Dopo il trittico di fuoco che ha visto l’Avellino affrontare in appena sette giorni Bari, Ternana e Reggina, gli uomini di mister Capuano sono attesi domani sera in quel di Catanzaro, per un match che si preannucia molto difficile, soprattutto per la forza tecnica complessiva degli avversari e per la loro voglia di riscatto, dopo gli ultimi risultati negativi. Ma i Lupi cercheranno di fare la loro partita, consapevoli di poter dire la propria con carattere e determinazione. Ecco le parole di mister Capuano, che ha presentato il match di Catanzaro:

“Abbiamo espresso tre ottime prestazioni contro avversari di notevole spessore tecnico. Spero che i miei ragazzi continuino nella loro fase di crescita. In quest’ottica, mi auguro di vedere qualche errore in meno. Il calendario non ci aiuta, ma non abbiamo paura. Domani scenderemo in campo a Catanzaro con tanta umiltà ma anche tanta voglia di dare continuità alle prestazioni importanti delle ultime tre gare. L’attacco? Ho tre ottimi attaccanti, ma è chiaro che in questo momento Charpentier offre le migliori garanzie, anche perchè attraversa un buono stato di forma. come ha dimostrato con quel gol segnato alla Reggina. Le mie scelte sono sempre improntate alla convinzione che quelli che scenderanno in campo mi daranno le migliori garanzie. Meola? E’ un ottimo giocatore, il direttore Di Somma sapeva che sull’out destro siamo carenti, perchè abbiamo il solo Celjak. Il Catanzaro? Domani affrontiamo una squadra composta da calciatori davvero importanti, anche perchè quella calabrese è una compagine costruita per vincere il campionato. Loro saranno desiderosi di riscatto, e quindi noi dovremo avere la giusta carica agonistica, ed essere pronti mentalmente a rispondere colpo su colpo. Karic? E’ un ragazzo dalle grandi potenzialità, ma come tutti i giovani che sono al primo anno nel professionismo, ha bisogno di trovare la sua giusta collocazione e deve essere “educato” tatticamente. Le vicende societarie? Non mi interessano minimamente, anche perchè noi abbiamo un riferimento preciso nel direttore Di Somma, e poi, finora, non ci è mai mancato nulla. Quindi non cerchiamo alibi, assolutamente”.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top