Flash News
Home » cultura » Festa del Cinema: una festa da urlo ad Avellino
Festa del Cinema: una festa da urlo ad Avellino

Festa del Cinema: una festa da urlo ad Avellino

 

Dall’8 al 15 maggio torna dopo il successo indiscusso dello scorso anno, la Festa del Cinema permettendo al pubblico italiano e agli appassionati del grande schermo di entrare nelle sale cinematografiche e godersi le proiezioni pagando un biglietto dal costo simbolico di 3 euro che diventa 5 euro per quanto riguarda le proiezioni in 3D. Oltre ai biglietti low cost la Festa del Cinema, organizzata dalle associazioni dell’industria cinematografiche ANEC, ANEM, ANICA, ACEC e FICE, intende coinvolgere il suo pubblico con varie iniziative e con interessanti dibattiti.

Per rilanciare il valore culturale del grande schermo e riscoprirne la bellezza, diversi attori e personaggi del mondo dello spettacolo si sono prestati a realizzare dei video-messaggi a supporto della Festa del Cinema. Inoltre, è stato lanciato anche un concorso e anche un quiz per tutti gli appassionati cinefili che dà loro la possibilità di vincere diversi premi “cinematografici”. Inoltre la Festa del Cinema permette di inserire le proprie citazioni preferite, ripensando alle frasi delle pellicole che in qualche modo hanno lasciato un segno.

Anche le sale cinematografiche di Avellino e Mercogliano hanno aderito a questa iniziativa culturale e sociale ed inoltre al Partenio è stato organizzato un evento succulento.

Domani mercoledì 7 maggio al cinema Partenio di Avellino le associazioni che si occupano di cinema si uniscono per celebrare uno dei più grandi registi di tutti i tempi, Federico Fellini. L’iniziativa è promossa da Centrodonna Avellino, ImmaginAzione, Zia Lidia Social Club e la rivista “Quaderni di Cinemasud”, ad essa hanno aderito il circolo RiCreaAzione, il Godot Art Bistrot, la rivista “Sentieri Selvaggi” e sono attese ulteriori adesioni a breve.

Un’unica proiezione per il grande film-omaggio del grande regista irpino (originario di Trevico), Ettore Scola, che ritrae il carismatico e poliedrico Federico Fellini riaprendo una sorta di album dei ricordi. “Che strano chiamarsi Federico- Scola racconta Fellini”, girato a dieci anni di distanza dall’ultima fatica di Scola, è stato presentato fuori concorso alla 70esima edizione del  Festival di Venezia, in occasione del ventennale della scomparsa del regista ed amico Fellini.

La proiezione del film sarà preceduta da una breve presentazione e da un dibattito sulla questione dell’Eliseo e su una nuova proposta da parte delle associazioni per la Casa del Cinema. Il biglietto costerà solo 3,50 euro.

Da segnalare anche la sesta edizione di “Cinema e…”, cineforum sociale organizzato dall’associazione di volontariato onlus Penisola. Le proiezioni aperte a tutti e completamente gratis si tengono sempre nella cornice dell’ex Carcere Borbonico. Il ciclo di proiezioni, accompagnate da dibattiti, è iniziato ieri 5 maggio, ma i prossimi due appuntamenti sono: 12 maggio con “Diario di uno scandalo” e il 19 maggio con “Sideways, in viaggio con Jack”.

 

Giovanna Di Troia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top