Flash News
Home » sport » calcio » Mario Dell’Anno: “Chi vuole davvero l’Avellino deve farsi avanti prima del 12 luglio”
Mario Dell’Anno: “Chi vuole davvero l’Avellino deve farsi avanti prima del 12 luglio”

Mario Dell’Anno: “Chi vuole davvero l’Avellino deve farsi avanti prima del 12 luglio”

Mario Dell’Anno, storico e carismatico capo tifoso, ma soprattutto presidente dell’Associazione per la Storia, che detiene la denominazione ed il logo U.S. Avellino, ha convocato una conferenza stampa volta a far uscire allo scoperto De Cesare (se è realmente intenzionato a vendere la società biancoverde), e soprattutto gli eventuali compratori. Ecco le parole di Mario Dell’Anno:

Noi dell’Associazione per la Storia abbiamo formulato per iscritto una nostra manifestazione di interesse, indicando anche la somma di 2500 euro, che corrisponde al valore nominale delle azioni della società. La nostra iniziativa è di esempio per tutte le eventuali offerte che dovessero essere fatte a De Cesare per l’acquisto dell’Avellino. Finora, nessuno si è palesato con una manifestazione di interesse scritta, ma solo con telefonate. Chi fosse interessato, deve metterlo per iscritto e deve farlo prima del giorno 12 luglio, perché dopo sarebbe troppo facile. Non possiamo permettere che dopo quella data venga qualcuno ad approfittare della morte della società per fare lo speculatore. Finora sono state fatte tante chiacchiere, anche da parte di De Cesare, tanto che non sono convinto che il patron della Sidigas voglia realmente vendere. L’Associazione sarebbe anche favorevole ad un azionariato popolare. Ma De Cesare deve fare chiarezza, deve dire cosa vuole fare e a quale prezzo vuole vendere. Se vuole continuare, può anche farlo, ma a patto che dimostri di voler fare le cose per bene. Perché se avesse intenzione di tenere l’Avellino per fare i propri interessi, ha sbagliato piazza. Ripeto, la nostra iniziativa è  semplicemente per smuovere le acque, anche perchè  non si può perdere altro tempo, la nuova stagione agonistica è già alle porte e bisogna pensare anche a fare la squadra”.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top