Flash News
Home » sport » Altri sport » San Tommaso – Fc Messina 0 – 3, brutta debacle interna dei Grifoni
San Tommaso – Fc Messina  0 – 3, brutta debacle interna dei Grifoni

San Tommaso – Fc Messina 0 – 3, brutta debacle interna dei Grifoni

San Tommaso – Fc Messina   o – 3

San Tommaso: Pezzella, Tizio, (dal 70′  Samake), Varricchio, Massaro, Colarusso, Cucciniello, Alleruzzo, Camara, Branicki, Tedesco, Maranzino, (dal 55′  Sabatino). A disposizione: Dose,Lambiase, Falivene, Acampora, Moffa, Incatasciato, Cuomo. Allenatore: Stefano Liquidato.

Fc Messina: Aiello, Giuffrida, Marchetti D. , Carbonaro (dal 78′ Dambros), Fissore, Marchetti A. , Casella, Brunetti, Camara (dall’83’ Pini), Coria, (dal 46′ Quitadamo), Bevis. A disposizione: Bonasera, Miele, Chiappino, Raffa,Puleo, Santapaola. Allenatore: Ernesto Gabriele.

Arbitro Iacobellis di Pisa. 

Marcatori: al 13’Carbonaro, al 56′ Bevis, al 94′ Pini.

Espulso Fissore (M) al 23′. Rec.: 1′ pt; 5′ st.

 

Altra brutta debacle interna per i Grifoni di Liquidato, che prendono tre gol dall’FC Messina. Sul sintetico di Montemiletto, Alleruzzo e compagni, dopo un buon avvio di gara subiscono un gol al 13′, per opera di Carbonaro, che approfitta di un errato passaggio in orizzontale del giovane avellinese Tizio, per involarsi al limite dell’area del San Tommaso e fare secco  Pezzella con un diagonale nell’angolino alla sua sinistra.

Dieci minuti dopo, un episodio che potrebbe favorire il San Tommaso: una gomitata al volto di Tedesco da parte di Fissore iinduce l’arbitro ad estrarre il rosso per il Messinese. Con gli ospiti in dieci, e la prospettiva per i Grifoni di poter giocare in superiorità numerica  trequarti di gara, le cose sembrerebbero mettersi bene per il San Tommaso. Ma la gara non cambia il suo corso perchè, pur con un uomo in meno i Siciliani, riescono a produrre un’ottima fase di non possesso, a fronte di una compagine avellinese, arruffona, disordinata e povera di idee, soprattutto nel suo lento e confusionario regista, Camara.

Ad inizio ripresa, ci saremmo aspettati l’ingresso in campo di Boubakar, per dare man forte in attacco ad uno spento Branicki, invece mister Liquidato non ha inteso approfittare della superiorità numerica per aumentare il numero dei calciatori offensivi del San Tommaso nella trequarti ospite. L’Fc Messina ha saputo reggere con ordine e tranquillità al ritorno dei Grifoni, che hanno continuato a fare solo confusione nella fase di proposizione. Gli ospiti, pur essendo in dieci, hanno avuto il grande merito di non rinunciare alle proprie ripartenze. Così è accaduto che, la 56′, proprio in una ripartenza, i Peloritani sono andati in gol per la seconda volta con Bevis, che ha mandato la sfera alle spalle dell’incerto Pezzella, dopo un batti e ribatti in area avellinese.

Il doppio vantaggio ha restituito ancora più fiducia agli ospiti e si è rivelato esiziale per i Grifoni, che non sono più riusciti ad imbastire un’azione pericolosa sotto la porta dei Messinesi, anche se c’è da registra un gol annullato a capitan Alleruzzo, a seguito dello sbandieramento del primo assistente che ha ravvisato un fuorigioco dell’Atripaldese.

La gara è scivolata via fino alla fine del tempo regolamentare senza ulteriori sussulti, anche se gli ospiti hanno avuto proprio nel recupero ancora il tempo ed il modo di castigare oltre misura il San Tommaso, con la terza marcatura ad opera di Pini.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top