Flash News
Home » sport » basket » Scandone Avellino – Sebastiani Rieti 77 – 87, troppo forti i Laziali ma i biancoverdi non sfigurano
Scandone Avellino – Sebastiani Rieti 77 – 87, troppo forti i Laziali ma i biancoverdi non sfigurano

Scandone Avellino – Sebastiani Rieti 77 – 87, troppo forti i Laziali ma i biancoverdi non sfigurano

Scandone Avellino – Sebastiani Rieti 77 – 87

(23-26; 42-51; 51-67)

Troppo forte la Sebastiani Rieti per la piccola Scandone. I Laziali, diretti da coach Alex Righetti (indimenticato campione biancoverde che fece parte del roster che portò ad Avellino la storica Coppa Italia giusto 13 anni fa) hanno imposto la loro superiorità tecnica ai volenterosi ragazzi di De Gennaro.

La Scandone ha giocato e lottato per l’onore delle armi, cercando non sfigurare al cospetto di cestisti di categoria superiore. In effetti, il primo tempo di questa sfida impari ha restituito un minimo di “equilibrio” sul parquet, atteso che Avellino ha cercato disperatamente di non far prendere il largo nel punteggio ai rivali reatini. La formazione di Righetti ha dato fondo a tutta la propria abilità dal perimetro, mettendo dentro una serie di triple che le avrebbero consentito di scappare via, se non avesse trovato in Sousa, Riccio ed Ani rivali decisi a vendere cara la pelle. Il parziale del primo quarto è stato assolutamente onorevole 23-26.

Ma anche nel secondo quarto gli Avellinesi hanno cercato di rispondere colpo su colpo, rimanendo sempre in scìa ai Reatini, tanto che fino a 20 secondi dall’intervallo lungo la Scandone era sotto appena di tre. Ma nelle due transizioni finali la Sebastiani Rieti ha messo altre due triple per il + 9 al secondo quarto.

All’uscita dagli spogliatoi le due squadre hanno fatto fatica a mettere punti nel proprio punteggio, tanto che il terzo parziale si è chiuso addirittura con un parziale di 9-16, che ha dato modo a Rieti di chiudere 51-67. E’ il preludio ad un quarto periodo in cui i Laziali, forti del rassicurante vantaggio hanno giocato con maggiore scioltezza, badando soprattutto alla gestione del finale di gara. La partita è scivolata via senza ulteriori scossoni con un finale che era già scritto nella differenza tecnica tra le due squadre.

Il tabellino:

Scandone Avellino: Costa 9, Sousa 17, Riccio 7, Brunetti 14, Ani 17, Mazzarese, Marra 11, Marzaioli, Trapani, Mraovic NE, Monina NE  all. De Gennaro

Real Sebastian Rieti: Diomede 6, Loschi 24, Drigo 12, Provenzani 3, Paolo 6, Ndoja 13, Traini 7, Di Pizzo 16, Cena NE, Kader NE, Sornoza NE, Toffoli NE  all. Righetti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top