Flash News
Home » sport » calcio » Ultimatum della coppia Izzo – Circelli a De Cesare e Mauriello: se non si dimettono entro le 12 del 30 novembre, salterà il contratto di compravendita dell’U.S. Avellino
Ultimatum della coppia Izzo – Circelli a De Cesare e Mauriello: se non si dimettono entro le 12 del 30 novembre, salterà il contratto di compravendita dell’U.S. Avellino

Ultimatum della coppia Izzo – Circelli a De Cesare e Mauriello: se non si dimettono entro le 12 del 30 novembre, salterà il contratto di compravendita dell’U.S. Avellino

E’ giunto in redazione un comunicato ufficiale, a firma dei soci della IDC, Luigi Izzo e Circelli Nicola, con il quale gli scriventi danno un ultimatum alla coppia De Cesare-Mauriello: se non si dimettono entro le ore 12 di domani, 30 novembre, il previsto contratto di compravendita delle azioni dell’U.S. Avellino salterà definitivamente.
Ecco di seguito il testo integrale del comunicato:
 
La IDC nelle persone dei soci Luigi Izzo e Circelli Nicola comunica quanto segue
Da oltre un  mese si sta svolgendo un intenso e complesso iter giuridico-finanziario prodromico al perfezionamento della cessione delle quote dell’Avellino Calcio e finalizzato a dare continuità al progetto sportivo-aziendale e a salvaguardare la sopravvivenza stessa del sodalizio
Tale iter si è sostanziato nel coinvolgimento di validi professionisti che in contradditorio con gli organi del Tribunale titolati all’operazione, hanno definito le condizioni del closing con la predisposizione di tutti i documenti allegati.
La Idc ha già depositato la cauzione della manifestazione di interesse ed emesso gli assegni circolari per il perfezionamento (le cui copie sono nelle mani degli amministratori giudiziari)  degli atti da sottoscrivere presso uno studio notarile di Napoli nella giornata di Lunedi 2 dicembre 2019.
Si specifica tuttavia che le attese dimissioni dei consiglieri De Cesare e Mauriello – sebbene più volte assicurate dagli stessi  – non sono ad oggi pervenute nelle mani degli amministratori giudiziari.
In assenza di un tale atto – ritenuto dagli scriventi essenziale per il closing e dovuto innanzitutto alla Città di Avellino e ai suoi tifosi– entro le ore 12.00 della giornata di sabato 30 novembre, la IDC non darà seguito alla finalizzazione dell’operazione.
Stante infatti le imminenti scadenze previste dagli art. 85 NOIF FIGC, un empasse nell’avvicendamento della governance aziendale impedirebbe, lo svolgimento tempestivo delle attività gestionali finalizzate al rispetto delle improrogabili scadenze mettendo a repentaglio la sopravvivenza stessa della società.
L’Avellino sarebbe l’unica società di calcio al mondo che ha trasferito la sua proprietà mantenendo la governance espressione della precedente compagine.
Bisogna comprendere che la complessa attività fino ad oggi svolta, è solo l’inizio di un impegnativo  percorso che la i sottoscritti, unitamente alle Istituzioni, alle altre forze imprenditoriali del territorio, ai tifosi, e alle risorse umane aziendale intendono perseguire.
 
 
 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top