Flash News
Home » Avellino » Il Tribunale di Avellino ha respinto il ricorso dell’ex Consigliere comunale di Altavilla Irpina Alberico Villani
Il Tribunale di Avellino ha respinto il ricorso dell’ex Consigliere comunale di Altavilla Irpina Alberico Villani

Il Tribunale di Avellino ha respinto il ricorso dell’ex Consigliere comunale di Altavilla Irpina Alberico Villani

Il Tribunale di Avellino ha respinto il ricorso presentato dall’ex Consigliere comunale di Altavilla Irpina, Avv. Alberico Villani. Ecco di seguito la nota del Gruppo consiliare “Liberi per Altavilla”:

Con ordinanza ex art. 702 ter c.p.c., depositata oggi, la Prima Sezione del Tribunale Ordinario di Avellino ha respinto il ricorso proposto dall’ex consigliere comunale, Alberico Villani, contro la delibera consiliare n.27 del 16.12.2019 con la quale veniva dichiarato decaduto dalla carica di consigliere comunale per incompatibilità ex articolo 63 comma 1 n .4 del Dlgs 267/2000.

Incompatibilità che sussisteva a causa di un giudizio di accertamento instaurato dall’ente per determinare la fondatezza delle pretese del Villani circa indennità pregresse da esso vantate dal Comune di Altavilla Irpina.

In ragione dell’inammissibilità del ricorso, l’ex consigliere, difeso dagli avvocati Patrizia Bartolini e Filomena Sole, è stato condannato anche al pagamento delle spese legali in favore del Comune di Altavilla Irpina,difeso dall’avvocato Domenico Sabia dello studio legale Sorvino.

L’ordinanza chiude, così, una questione che ha interessato a lungo il Consiglio comunale e conferma la legittimità della decisione presa ai sensi della legge e non per inesistenti “ragioni pretestuose o strumentali” sostenute dallo stesso ex consigliere Villani.

Infatti quella del consiglio è stata una scelta sofferta ma ben ponderata e assunta con grande senso di responsabilità dai Consiglieri di maggioranza di Liberi Per Altavilla con l’obiettivo di salvaguardare gli interessi dell’ente, la sua imparzialità e soprattutto per far risparmiare ai cittadini di Altavilla soldi non dovuti e che, molto probabilmente,con un diverso risultato elettorale, sarebbero stati pagati a spese della comunità. Viva Altavilla e viva i veri altavillesi liberi!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top