Home » sport » calcio » Flumeri, alle viste novità in seno al CdA della BCC, ma anche nella nuova Giunta comunale
Flumeri, alle viste novità in seno al CdA della BCC, ma anche nella nuova Giunta comunale

Flumeri, alle viste novità in seno al CdA della BCC, ma anche nella nuova Giunta comunale

Nel torrido caldo di questi ultimi giorni di giugno, a Flumeri due avvenimenti tengono banco nella sonnolenta comunità flumerese. Il primo sono le dimissioni di Maria Rosaria Di Paola da Presidente del Consiglio di Amministrazione della BCC Flumeri. Il secondo, è la formazione della nuova giunta comunale, a seguito delle elezioni dello scorso 12 giugno.

Sulle dimissioni da Presidente del CdA della BCC Flumeri, da parte della Di Paola, nessun comunicato ufficiale è stato emesso da parte della Banca, anche se nel paese se ne parla sottovoce. Però, se si va sul sito web della Banca, alla voce Presidente del Consiglio di Amministrazione compare il nome di Aida Andreina De Nunzio, Vice -Presidente – Presidente facente funzioni, e un nuovo nome di Vice Presidente.
Dunque, il cambiamento è in atto.

La BCC Flumeri fu fondata nel 1982, e da quando Maria Rosaria Di Paola ne prese la guida, è diventata una realtà in Campania, con le sue 16 filiali, sparse sul territorio della provincia di Avellino, con succursale anche nella città di Benevento. E’ affiliata alla Cassa Centrale Banche – Credito Cooperativo Italiano, a seguito della riforma delle Banche di Credito Cooperativo (BCC). Quindi promossa sul campo, e non sarà facile, per chi in futuro la sostituirà full time, raggiungere o superare gli attuali targets.

Per quanto riguarda la formazione della nuova Giunta comunale, nulla di ufficiale trapela dalla Casa Comunale. Dopo qualche riunione, ancora non si è formalizzato niente. Di concreto, ci sarebbe solo la conferma delle due quote rosa, Angela Masucci e Angela Garofalo, come assessore. Mentre per la carica di vicesindaco, sembra che non sarà più chi ha preso più voti di preferenza, come le volte precedenti, ma, si sceglierà una figura meno carismatica, che vada bene a tutti.

Allora, ci si domanda perchè non si nomini a Flumeri una donna, in nome delle pari opportunità, come del resto avviene in altre realtà ?

Nel nord Italia, per esempio, in un paese bergamasco di nome Ranica, il sindaco e vicesindaco sono entrambe Donne. E a Flumeri?

Ci piacerebbe, essere smentiti.

Carmine Martino

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top