Flash News
Home » dalla Provincia » Flumeri, serata folcloristica all’insegna delle antiche tradizioni popolari campane
Flumeri, serata folcloristica all’insegna delle antiche tradizioni popolari campane

Flumeri, serata folcloristica all’insegna delle antiche tradizioni popolari campane

Ieri sera 13 agosto, nonostante , l’inclemenza atmosferica , che da giorni imperversa ogni sera le aree interne dell’ Irpinia, l’ Associazione di volontariato Bagliori di Luce ODV , in collaborazione con RGPT Protezione Civile e con il patrocinio dell’ Amministrazione Comunale di Flumeri, hanno organizzato una serata dal titolo ” Ballando sotto le stelle con i Briganti “. alla insegna della riscoperta delle antiche tradizioni popolari, del territorio campano.

La manifestazione, inserita nel programma ” Estate Flumerese 2022 “, ha visto l’esibizione del gruppo ” Antiqua..Giostra – Compagnia Musicale e Ballo Popolare ” composta da 12 elementi tra musicisti , cantanti e figuranti, con alla fisarmonica il Maestro Giangiacomo Buccella e la partecipazione del Direttore artistico Antonio Onnembo,

Nello straordinario spettacolo, messo su dalla formazione, due figuranti Bruno Morcaldi e Giulia Del Grosso hanno rappresentato con i loro costumi d’epoca due noti briganti, Nunziante D’Agostino e Filomena Di Poto, i quali, presero parte alla guerriglia post unitaria del 1860/1870, sui monti degli Alburni.

La compagnia, prima di esibirsi sul palco allestito in piazza Francesco De Sanctis, ha fatto il giro del paese, al suono di tarantelle cilentane, fermandosi a suonare antistante la sede Comunale, piazza San Rocco, piazza Mercato, al Monumento dei Caduti di tutte le guerre dove hanno suonato il Silenzio .

L’ ultima sosta, è stata quella all’ Area del Giglio e dopo dal palco hanno iniziato il vero concerto, che è terminato alle ore 24. Durante il concerto gli artisti, hanno espresso tutta la loro professionalità musicale e vocale, accompagnati anche da tammorre e tumbarelle.

Alla fine, su richiesta dal pubblico presente, la cantante Filomena Pota, in una splendida esecuzione ci ha fatto ascoltare Terra Mia, del compianto Pino Daniele. Una poesia del cantautore, legata non solo alla sua città, ma, riferita anche ai cuori di tutti che considerano la loro terra, in qualsiasi luogo si trovino.

L’area della manifestazione , ha visto anche alcuni stands, uno di Bagliori di Luce ODV, per la raccolta fondi in favore dei Bambini del deserto Saharawi, che tra le varie cose esposte , c’erano piccoli quadri della Pittrice Antonietta Raduazzo riproducenti il Giglio di Flumeri.
E, un’altro stand , quello dello Scultore in legno Francesco Monaco, che ha esposto alcuni suoi lavori, raffiguranti Santi.

Uno spettacolo interessante, dove i musicisti, cantanti e figuranti , hanno espresso le loro professionalità ciascuno per la loro parte , fuori dalle fissità immutabili dei soliti concerti canori, che si tengono in paese. I quali, pur costando migliaia e migliaia di euro, gli artisti chiamati non esprimono in senso critico, quel valore condivisivo umano, e dello stare insieme.

Una manifestazione, senz’altro da riprogrammare, anche con il convegno sul Brigantaggio che si doveva tenere prima del concerto, ma a causa della pioggia una vera bomba d’acqua non si è potuto fare.

Carmine Martino

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top