Flash News
Home » sport » basket » Una grandissima Scandone supera la capolista Sassari : 86-78
Una grandissima Scandone supera la capolista Sassari : 86-78

Una grandissima Scandone supera la capolista Sassari : 86-78

Scandone Avellino – Dinamo B.S. Sassari   86 – 78

(24-20; 47-37;  69-60)

Cronaca e commento

1° Quarto  24 – 20

E’ Thornton a mettere i primi due punti del match per Sassari. Imitato poco dopo da Ivanov con un bel tap in. Poi Thornton punisce i Lupi dalla lunga distanza: 2-5 al 3’. Ma mago Lakovic ha il cilindro a portata di mano e mette anch’egli la tripla. Funziona l’asse Lakovic –Ivanov e Avellino tiene il passo di Sassari: 9-9 al 4’. Travis Diener è scatenato ma lo è altrettanto Richardson: e sono due triple per entrambe le contendenti, anche se l’americano in bianco verde con un piede pesta la linea. Il match corre veloce sul filo dei punti da ambo le parti e cosi a metà primo quarto siamo 13-14. Il sorpasso Avellino non poteva non essere firmato Richardson: 15-14 al 6’. Dopo altri due punti di Ivanov,  ed una brutta palla persa in attacco dai suoi, Meo Sacchetti si decide a chiamare il primo time out, con il punteggio sul  17-14 per i Lupi  (7’). Un tonico e deciso Brandon Brown mette 4 punti  da sotto. Ad un minuto dalla prima sirena il punteggio recita: 21-20. La sirena si mette in moto proprio mentre il redivivo Dragovic tenta la tripla dell’ultimo istante. La sfera brucia la retina e Avellino chiude l primo quarto con 4 punti in piu’ dei Sardi: 24-20.

2° Quarto  47-36

In apertura di frazione Vanuzzo da sotto mette due punti per Sassari. Ma dopo una splendida circolazione di palla la Scandone con Richardson mette una  grande bomba: 27-22 (massimo vantaggio bianco verde) al 12’. Ma Thornton prima e Vanuzzo  poi fanno riavvicinare  Sassari: 27-26 al 13’. Un minuto dopo e’ Avellino che riprende il +5 con Brown e Dragovic da sotto: 31-26 al 14’. Dragovic sembra finalmente ispirato e porta Avellino sul  +8(34-26) al 15’. Ma c’è anche  Spinelli in campo e si vede: sua un’altra tripla bianco verde, annullata però da Ignerski. Ivanov è un gigante e vuole ripetere la prova mostruosa sotto le plance  di sette giorni prima: 39-31 al 17’, quando Meo Sacchetti chiama un altro time out. Torna Lakovic in campo ed è bomba con  il + 11 per Avellino: 42-31. A 2 minuti dall’intervallo lungo Pancotto chaima i suoi a raccolta per un utile time out sul punteggio di 42-33. Anche il gigante Ivanov vuole iscrivere il proprio nome al festival delle triple irpine: al 19’ è 45 a 34 per i Lupi. La sirena del secondo quarto restituisce un +11 ad Avellino: 47-36 all’intervallo lungo. E’ una Scandone davvero ai massimi livelli: grandissima difesa ed attacco assolutamente mortifero., con Ivanov  (13) e Richardson (11) sugli scudi. Da segnalare ovviamente anche un ottimo 58% sui tiri da tre per Avellino.

3° Quarto 69-60

Due liberi di Richardson portano i Lupi, in apertura di terzo periodo,  al nuovo massimo vantaggio: +13. Lakovic  gioca da par suo e cosi al 23’ la Scandone vola sul +15. Sacchetti chiama time out ed all’uscita Thornton mette la tripla: 53-41 al 24’. C’è spazio anche per due triple consecutive di Hunter, e la Scandone vola sul + 18 (61-43) al 25’. Avellino non produce piu’ ninete in avanti mentre due triple consecutive di Vanuzzo portano nuovamente e pericolosamente Sassari sul -8 (63-55) al 28’. Dopo un ovvio time out da parte di Pancotto, Dragovic si fa sentire sotto il canestro ospite e mette due punti preziosissimi.  Il Montenegrino decide di tenere a galla i suoi, e, in un momento di difficoltà, mette una tripla fondamentale: 68-58 al 29’. Dragovic si guadagna successivamente altri due liberi ma ne mette uno solo. Travis Diener è un combattente e mette due punti proprio in chusura di quarto: 69-60.

4° Quarto  86-78

Una bomba mortifera di Vanuzzo apre il quarto decisivo.  Al 31’, Sassari con Travis Diener si avvicina pericolosamente sul -4, ma Spinelli mette un’altra bomba. Al 32’ con Drake Diener da sotto Sassari porta a – 3 il proprio svantaggio: 72-69. Dopo il time out chiamato da Pancotto, Sassari con una bomba di Travis Diener riesce a coronare un’ incredibile rimonta: 72-72 al 33’. Lakovic si carica tutta la sua squadra sulle spalle: 76-72 per la Scandone al 35’. Poi a 4’33’’ dall’ulitma sirena un contropiede di Dean con assist a Richardson procura un  fondamentale gioco da tre per l’esterno americano che realizza da sotto subendo fallo da Vanuzzo. Il libero però non va e la situazione rimane 78-72  per i  Lupi. Ma Sassari sembra aver esaurito improvvisamente tutta la sua spinta offensiva. Avellino si porta sul +10, ma Paternicò decide di fare il protagonista e prima assegna tre liberi a Drake Diener e poi anche un bel supplemento di  ulteriori due liberi per tecnico alla panchina. L’ex avellinese ne mette solo tre su cinque. Ma poi si  riscatta mettendo un tripla: al 37’34’’ Avellino resiste avanti di 6: (84-78) Ma Sassari ormai ha davvero esaurito la propria carica nervosa e non riesce piu’ a fare breccia nella intensissima difesa avellinese . Finisce cosi con un grandissimo +8 per Lakovic e compagni, autori di una prestazione davvero commovente: 86-78 per i Lupi della palla a spicchi. Alla fine bene cinque bianco verdi in doppia cifra: Brown 12, Lakovic 12, Richardson 17, Ivanov  17 e Dragovic  14.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Scroll To Top